EMERGENZA SICCITA’ NELLA BASSA VALLE DEL COGHINAS

Il Commissario Straordinario del Consorzio informa che sono stati avviati, nel 2014, rilevanti interventi di manutenzione straordinaria all’impianto di distribuzione irrigua della Bassa Valle del Coghinas tutt’ora in esecuzione, finanziati dall’Assessorato Agricoltura e dall’Unione Europea. In particolare:

  • Lavori di installazione dei contatori e di manutenzione delle prese di distribuzione irrigua per € 4.880.000,00
  • Lavori di realizzazione di una nuova condotta adduttrice in ghisa sferoidale e automazione del sistema di sollevamenti del comprensorio in destra del Coghinas per € 3.500.000,00
  • Lavori di manutenzione straordinaria alle cabine ed ai sezionamenti principali del I° Lotto irriguo della Bassa Valle del Coghinas, concernenti la sostituzione dei pezzi speciali in acciaio e delle saracinesche esistenti, la messa in sicurezza dei manufatti e la manutenzione edile, per € 230.000,00
  • Lavori di ripristino della tenuta idraulica della Vasca Centrale in Comune di Valledoria, località Pirastroni, per € 150.000,00
  • Lavori di sostituzione di un tratto della rete di distribuzione principale in PRFV con una condotta in polietilene, per € 120.000,00

Tutti i lavori sono stati affidati, nel rispetto della norma vigente, ad imprese sarde altamente qualificate.

Come facilmente desumibile, tali lavori, oltre ad essere strategici ed improcrastinabili, debbono essere collaudati entro il corrente anno, per evitare la perdita delle risorse finanziarie assegnate.

Al fine di ridurre al minimo il disagio all’utenza irrigua, l’esecuzione dei lavori che comportano lunghe sospensioni del servizio, è stata programmata nel periodo dicembre/gennaio. Ciò anche in relazione allo storico delle precipitazioni degli ultimi anni, e delle idroesigenze ridotte al minimo della coltura prevalente rappresentata dal carciofo. In particolare gli interventi sulla vasca e sulle cabine hanno determinato il fuori servizio di tutto il primo lotto irriguo in sinistra del Coghinas di 1700 Ha. Da una prima verifica, il disservizio interessa un totale di 120 aziende, che hanno fatto regolare domanda di utenza per la coltivazione di carciofo, per un totale di circa 350 Ha.

Oltre ai lavori citati, a causa di sopraggiunte ulteriori rotture all’impianto, sostanzialmente fisiologiche, si è dovuto operare con interventi di manutenzione ordinaria sia sulla condotta premente del secondo lotto, interrompendo il servizio irriguo per 550 ha, che sulla mandata principale DN 1000 del primo lotto, affidati alle squadre di manutenzione consortili.

Gli avvisi relativi ai lavori, preannunciavano un interruzione irrigua di circa 30 giorni (fino al 9 gennaio), ma alcuni imprevisti in fase di esecuzione della manutenzione alla vasca, hanno richiesto una proroga dei tempi di circa 10/15 gg.. Tali imprevisti sono legati alla natura delle opere, ed alla costante difformità che si incontra tra gli elaborati di progetto originali e lo stato di fatto. D’altra parte un eventuale completamento dei lavori alla vasca, consentirebbe l’irrigazione di una sola porzione del territorio (500 Ha su 1700), non risolvendo il problema.

Si evidenzia che in questi ultimi anni l’ Amministrazione Consortile ha individuato come obbiettivo prioritario il potenziamento dell’infrastruttura irrigua della Bassa Valle del Coghinas, parzialmente fatiscente ed obsoleta, destinando gran parte delle risorse a disposizione ad interventi di manutenzione e potenziamento, al fine di eliminare i gravi disservizi che hanno sempre condizionato le produzioni agricole di eccellenza di questo territorio, in particolare il carciofo spinoso sardo.

Peraltro si segnala che in data 14 gennaio è stata ultimata la manutenzione alla condotta premente del secondo lotto irriguo, ripristinando il servizio ad un territorio di circa 550 Ha.

Purtroppo, in tale contesto, si è verificata la siccità record che ha caratterizzato i mesi autunnali e che continua anche nel mese di gennaio.

Il Consorzio, in linea con il principio della trasparenza dell’azione amministrativa e della concertazione che ha contraddistinto l’attuale gestione commissariale, ha convocato le Associazioni di Categoria ed i Sindaci del territorio interessato, per informarli sullo stato dei lavori e per discutere sulle iniziative intraprese dal Consorzio al fine di ridurre i tempi di fermo impianto.

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO
Francesco Putzolu

AttachmentSize
PDF icon Comunicatostampa-16.01.2015.pdf130.5 KB